Sei appassionato di trekking o ami semplicemente le passeggiate all’aria aperta? Il modo migliore per scoprire un luogo è sicuramente esplorarlo con zainetto in spalla ed avventurarsi lungo sentieri tortuosi o non sempre lineari. Pertanto, è arrivato il momento di abbandonare auto, scooter o tutti gli altri mezzi di trasporto che utilizzate giornalmente per dedicarvi ad una salutare passeggiata tra natura incontaminata, paesaggi mozzafiato, borghi suggestivi e tanto altro ancora.

Se siete curiosi di sapere qual è il sentiero con il panorama più bello d’Italia da percorrere a piedi o in bici, continuate a leggere l’articolo!



La passeggiata panoramica più bella d’Italia si trova in Puglia ed è chiamata Via della costa salentina. Stiamo parlando di uno dei tratti costieri più straordinari della nostra penisola, ideale da scoprire a piedi o con la bici. Da Otranto fino a Gagliano del Capo, è questo l’itinerario considerato dagli amanti del trekking “il più panoramico d’Italia”. Questo tratto di costa racchiude in sè tutto ciò che di favoloso offre la Puglia: mare turchese, natura selvaggia, villaggi quasi sconosciuti e paesaggi incantevoli.

blank

 Foto di Francesco Crippa/Flickr.com

L’itinerario più panoramico d’Italia

L’itinerario lungo la costa del Salento è percorribile a piedi in 6 giorni anche se la durata può variare in base alle soste e al tipo di allenamento del camminatore.  La passeggiata comincia da Otranto, una meravigliosa città che si affaccia sull’Adriatico, per poi proseguire tra ulivi ed aranci fino al Faro di Punta Palascia, il punto più orientale d’Italia, e al piccolo porto di Porto Badisco.

La camminata continua seguendo il percorso dei pastori e passando per gli antichi rifugi in pietra che un tempo venivano utilizzati per riposare fino a raggiungere la città termale di Santa Cesarea Terme, una piccolo paesino situato su una scogliera a strapiombo sul mare.

blank

Foto di loloieg/Flickr.com

Dopo Santa Cesarea Terme allontaniamoci dal mare e dirigiamoci verso l’entroterra, più precisamente verso l’antica città Messapica di Castro. Dopo un bagno rinfrescante, possiamo proseguire verso un sentiero tra le rocce che porta direttamente alla città di Acquaviva di Marittima, una delle insenature più belle del Salento.

A questo punto ci ritroviamo davanti ad un sistema di strade antiche e sentieri chiamato “tratturi” che collegano i villaggi al mare. Il sentiero giusto da prendere è fronte mare direzione Tricase Porto e Marina Serra, un piccolo borgo con una scogliera limpida e incantevole che crea una bellissima piscina naturale.

blank

Foto di tutu/Flickr.com

Infine, ci incamminamo verso il Sentiero del Nemico fino ad arrivare al Ponte Ciolo, un grande ponte situato a 40 metri dal livello del mare da cui alcuni coraggiosi sfidano la natura tuffandosi nelle acque cristalline di questa bellissima insenatura.

Dalle rocce che sovrastano il Ciolo, proseguiamo verso il Sentiero delle Cipolliane, un percorso campestre che offre una vista spettacolare da togliere il fiato. Lungo il sentiero potrete ammirare anche le Grotte Cipolliane, delle magnifiche cavità frequentate dall’uomo sin dal Paleolitico!

blank

Foto di Pietro & Silvia/Flickr.com

Dopo circa 3 chilometri, si arriva nella tappa finale del nostro itinerario: Gagliano del Capo. Situato all’estremo sud della penisola salentina, il paese offre delle insenature rocciose e grotte marine di grande bellezza storica e paesaggistica.

Borghi ricchi di storia, antichi insediamenti Messapici, lagune blu, grotte risalenti all’epoca preistorica, natura incontaminata…insomma, non ci resta che indossare scarpe comode e camminare!

Foto di Giacomo Carena/Flickr.com

GUARDA LA NOSTRA GUIDA SULLE SPIAGGE DEL SALENTO

Prenota il tuo Hotel con Booking.com

        

Trova Hotel al miglior prezzo con Trivago

Booking.com Trivago Viaggi Lastminute