Noto Guida Cosa Vedere

Famosa nel mondo per i suoi spettacolari monumenti in barocco siciliano, Noto è una cittadina della provincia di Siracusa e anche una delle più belle in assoluto di tutta la Sicilia. Il suo centro storico, ricco di palazzi eleganti e maestosi, è una concreta testimonianza della storia millenaria e gloriosa di questa meravigliosa città.



Ad esaltare la bellezza degli edifici è la pietra arenaria, che caratterizza l’intero centro storico rendendolo luminoso, un particolare che acquista un effetto speciale soprattutto al tramonto, quando i riflessi della pietra emanano bagliori sfavillanti. Ecco una guida turistica per andare alla scoperta di Noto!

blank

Chiesa Santa Chiara – foto di Palickcap – Wikipedia

Cosa vedere a Noto

Raggiungibile in autostrada venendo da Siracusa, Noto si trova adagiata nella suggestiva Val di Noto, immersa in un contesto paesaggistico unico. La città porta i segni delle tante culture che l’hanno attraversata nel corso dei secoli. La fusione di elementi greci, romani, bizantini, arabi e per ultimo dei Borboni ha dato vita ad una sorta di composizione che desta stupore e meraviglia agli occhi dei visitatori.

Già dall’ingresso nella città colpisce l’Arco di Trionfo, maestoso e imponente, realizzato su volere di Ferdinando di Borbone nel 1838. Oltrepassando l’arco si apre corso Vittorio Emanuele, sita nel centro storico della città e anche strada principale: da qui in poi si viene inondati dalla meraviglia delle architetture in barocco siciliano. Spettacolare è la chiesa di San Francesco all’Immacolata, con la sua monumentale scalinata, ma anche la chiesa di Santa Chiara è un gioiello barocco di raffinata bellezza.

A seguire ecco il convento del Santissimo Salvatore e la monumentale Cattedrale di San Nicolò, patrimonio dell’umanità Unesco e posta in cima ad una scenografica scalinata. Il lavoro di restaurazione dopo il crollo della cupola e della navata destra avvenuto nel 1996 ha restituito alla città questa meraviglia barocca identica a come era in precedenza.

Sulla piazza si affaccia anche Palazzo Ducezio, il palazzo del municipio, arricchito da un portico riccamente decorato. Più avanti si trovano la Chiesa di San Carlo Borromeo, particolare con la sua facciata curvilinea decorata con elementi barocchi, e la chiesa di San Domenico.

blank

palazzo Ducezio – wikipedia-Hein56didden

Una tappa da non perdere è a palazzo Nicolaci, residenza nobiliare adornata da spettacolari balconi barocchi, ma anche l’interno è da visitare, in particolare le sale interne, tra cui il salone dei balli e la sala affrescata dove oggi ha sede la Biblioteca di Noto. Molto bella anche la Villetta, il giardino dove troneggia la bellissima fontana di Ercole.

Tra le attrazioni da non perdere c’è anche il Teatro comunale Vittorio Emanuele, con un meraviglioso prospetto in stile liberty e una grande statua in pietra calcarea che raffigura l’allegoria della Musica. Rimasto in decadenza per molti anni, è stato restaurato dopo la seconda guerra mondiale, poi abbandonato nuovamente, restaurato e inaugurato nel 1997. Da allora le stagioni teatrali sono regolari.

Da non perdere, durante la primavera, l’Infiorata di Noto. Una volta l’anno, precisamente la terza domenica di maggio, le strade della città vengono tappezzate da un tripudio di fiori colorati!

blank

Infiorata di Noto – Flickr Malega

Noto marina frazione balneare meta turistica

Noto marina è una frazione balneare del comune di Noto, una splendida località frequentatissima d’estate per il suo mare cristallino e le spiagge lunghissime. Numerose sono le strutture ricettive che si susseguono su questo tratto di costa sempre affollato di gente, ma anche il lido di Noto, Eloro e Calabernardo sono altre frazioni molto frequentate dai turisti. Durante la stagione estiva è disponibile un bus navetta che collega giornalmente le varie frazioni.

Trova offerte hotel a Noto

Prenota il tuo Hotel con Booking.com

Trova Hotel al miglior prezzo con Trivago

Booking.com Trivago Viaggi Lastminute